Il cane salute


Vomito di sangue nei cani

Ematemesi nei cani

Ematemesi, o il vomito di sangue, può essere il risultato di una serie di cause. Ci può essere una rottura nel rivestimento del tubo che collega la bocca e stomaco (esofago), o una irritazione dello stomaco o dell'intestino, che può portare a infiammazione, emorragia, e, alla fine, l'espulsione del sangue attraverso il vomito. In alternativa, il sangue può provenire da una infiammazione o lesioni in bocca o ai polmoni (apparato respiratorio), dopo di che viene ingoiato e poi vomitato (rigurgitato).

Ematemesi è relativamente comune nei cani, e può influenzare una vasta gamma di sistemi a seconda della fonte. Il sistema gastrointestinale può essere interessata a causa di un trauma, ulcera, infiammazione, o la presenza di un oggetto estraneo. Una emorragia può interessare il cuore (sistema cardiovascolare), risultando in un soffio al cuore e / o pressione sanguigna bassa. Respirazione anormalmente veloce a causa di una grave emorragia può verificarsi anche. Un disturbo della coagulazione (coagulopatia) può portare ad emorragia nello stomaco o nell'intestino, e può anche portare a ematemesi.

Sintomi e tipi di

Il sintomo principale è la presenza di sangue nel vomito, che possono apparire come sangue fresco, coaguli formati, o digerito sangue che assomiglia a fondi di caffè. Altri sintomi includono la mancanza di appetito (anoressia), dolore addominale, e nerastre tar-come feci (criniera).

Un esame fisico può anche trovare un basso numero di globuli rossi (anemia), nel qual caso i sintomi possono includere ulteriori soffio al cuore, debolezza al punto di collasso, e un rapido battito cardiaco.

Cause

Un'ampia varietà di cause possono essere responsabili di ematemesi. Malattie gastrointestinali, come viscere infiammate da malattia infiammatoria intestinale (IBD), o ulcere, possono essere entrambi cause di ematemesi. Metabolica Vari, neurologico, infezioni respiratorie e virali possono essere responsabili di episodi di ematemesi, come condizioni possono come l'insufficienza epatica, trauma cranico, o filariosi cardiopolmonare, rispettivamente,

Coagulopatia, o la mancanza di corretta coagulazione del sangue, possono derivare da insufficienza epatica, o un ridotto numero di piastrine del sangue (trombocitopenia) a causa di esposizione farmaci. L'ingestione di veleno per topi può anche essere una causa di sangue improprio coagulazione. Ematemesi può anche seguire un incidente traumatico, quali ustioni, colpo di calore, interventi di chirurgia maggiore, esposizione ai veleni da metalli pesanti, come ferro o piombo, e morsi di serpente. L'esposizione a piante tossiche e pesticidi possono anche causare vomito di sangue.

Critico animali malati sono a più alto rischio di ematemesi. Altri fattori che possono aumentare il rischio di ematemesi sono alcuni farmaci, come FANS, o non-steroidei anti-infiammatori; shock; o trombocitopenia – un ridotto numero di piastrine nel sangue.

Diagnosi

I test per la diagnosi comprendono esami del sangue, e nelle urine e analisi fecale. Test di imaging quali ultrasuoni e raggi X può anche essere utilizzato per individuare disturbi interni. Attraverso questi test diagnostici, la diagnosi di ematemesi può variare da un numero qualsiasi delle suddette cause, dal contatto con sostanze tossiche di danno epatico.

Trattamento

Il trattamento varia a seconda della causa di ematemesi. Qualsiasi causa di fondo devono essere trattati su diagnosi. Dopo questa causa è identificato e rimosso, se il vomito non è più eccessivo, recupero può continuare a casa. Per una grave emorragia interna, ulcera perforazione, o vomito eccessivo, nella cura del paziente può richiedere un trattamento di emergenza per emorragia o scosse, o ci può essere la necessità di trasfusioni di sangue o di trattamento IV per sostituire i liquidi persi in vomito eccessivo.

Prevenzione

Ematemesi a causa della ingestione di sostanze tossiche può essere evitato facendo in modo che gli animali non hanno accesso a piante velenose e alimenti. In altri casi, una dieta sana può aiutare contro le malattie correlate a ematemesi.